[ENGLISH VERSION BELOW]

“Joi ce biel cjiscjel a Udin, joi ce biele zoventût…” (Oh, che bel Castello a Udine, oh che bella gioventù…). Concordi? 

Il Castello di Udine è uno dei principali monumenti della città ed è situato in cima ad un colle nel centro storico, a 138 m s.l.m.
L'origine del colle è quasi sicuramente dovuto all'accumulo dei detriti nel corso dei secoli. C'è però una leggenda che si tramanda da secoli sulla sua origine: si narra che quando Attila nel 452 saccheggiò Aquileia, al tempo una delle più grandi città dell'Impero Romano, ordinò ai suoi soldati di costruirgli un’altura da cui godersi lo spettacolo di Aquileia in fiamme. Ciò fu fatto riempiendo gli elmi di ogni soldato di terra, che, buttata tutta in uno spiazzo al centro della cittadella, diede origine al colle che oggi domina la città.
La prima notizia documentata della presenza di un edificio sul colle è del 983: in quell'anno il castrum, una fortificazione militare, venne donato dall'imperatore Ottone II al Patriarca di Aquileia Rodoaldo.
L'edificio odierno sorge al posto di una fortezza costruita dagli stessi Patriarchi di Aquileia e distrutta dal terremoto del 1511. La costruzione della struttura oggi visibile ha avuto inizio nel 1517 e i lavori durarono oltre 50 anni. Di Giovanni da Udine, allievo di Raffaello, sono le rifiniture esterne e le decorazioni del Salone del Parlamento, completate in seguito alla sua morte dal Floreani.
Nel Salone del Parlamento si riuniva il consiglio della Patria del Friuli, uno dei primi esempi di parlamento al mondo, durato fino all'occupazione napoleonica del 1797.
Il castello è oggi la sede dei Civici Musei di Udine. Le sale del palazzo sono spesso sede di esposizioni temporanee.

 

[ENGLISH VERSION]

“Joi ce biel cjiscjel a Udin, joi ce biele zoventût…” (Oh, what a nice Castle there is in Udine, oh what a nice youth…). Do you agree? 

The Castle of Udine is one of the most important historical buildings in Udine and it is built upon a hill in the historical centre of the city (138 meters above sea level).
The Castle hill is made of drift accumulating for centuries. However, a legend says that when Attila the Hun (also called the Scourge of God) plundered Aquileia (one of the biggest cities of the Roman Empire at that time) in 452 AD, he asked his soldiers to build a hill to see Aquileia burning. So each soldier filled his helmet with earth and disposed of it in the middle of the city, creating this hill that overlooks the city.
The first official statement of the existence of a building on the hill dates back to 983: in this year the Holy Roman Emperor Otto II donated to Rodoaldo, Patriarch of Aquileia a "castrum", i.e. a military building.
What we see today is a palace, built on the ruins of the fortress made by the patriarchs of Aquileia and destroyed in the year 1511 by an earthquake. The construction of the castle started in 1517 and lasted for 50 years. The external decoration of the palace and the paintings in the Parliament Hall were made by Giovanni da Udine, one of the pupils of Raphael, and were completed after his death by Floreani.
In the Parliament Hall the council of the Patria del Friuli, one of the first examples of parliament in the world, used to meet. It lasted until the French occupation in 1797 with Napoleone's suppression.
Today the castle hosts the History and Art Museum of the City of Udine and often the rooms of the palace host temporary expositions.